Intercultura e i ragazzi

1 dicembre 2016 | Senza categoria | di redattore | 0 Commenti

Intercultura: i ragazzi sono pronti e scalpitano!

 

 

Il desiderio di partire verso la Cina, l’Australia o gli Stati Uniti è nel pensiero di ogni studente, mentre il sistema scolastico nel suo insieme invece ancora arranca. Eppure il viaggio come esperienza fondamentale e fonte di conoscenza è celebrato da poeti, scrittori e filosofi. Scriveva John Steinbeck che «le persone non fanno i viaggi ma sono invece i viaggi a fare le persone».

I progetti internazionali coinvolgono oramai una scuola su due e anche se gli istituti non sono in aumento cresce però il numero degli studenti con la valigia, pronti a fare un’esperienza di studio all’estero. La mobilità studentesca,ha interessato 5.500 studenti nel 2015 con una crescita del fenomeno pari al 34 per cento.

Quali ostacoli occorre superare per incentivare i ragazzi a partire? Sicuramente l’aspetto più problematico è quello del ritorno e del reinserimento nella classe soprattutto quando si fa la scelta di rimanere fuori per un intero anno. I docenti al ritorno dei ragazzi lamentano il mancato allineamento del programma seguito all’estero. In particolare fanno resistenza i docenti delle discipline scientifiche mentre quelli delle materie umanistiche e linguistiche tendono a guardare positivamente la crescita complessiva della persona. Altri ostacoli sono rappresentati dagli scarsi finanziamenti e la scarsa conoscenza delle lingue straniere.

Socials

Contatti

Pegaso Centro Studi e Formazione s.n.c.
Strada Genova n° 62/b • 10024 Moncalieri (TO)
Tel: +39 011 643837 • Fax: +39 011 6485256
Note legali - Cookie Policy

Posizionamento sui Motori | Insem Spa